DADI SVALVOLO

L'idea di trasportare la numerazione dei dadi da 1 a 4 piuttosto che nella più convenzionale da 1 a 6 è stata la chiave di questo gioco.
Basti pensare allo spostamento a elle dove la pedina o la palla possono andare a finire in un area di 16 caselle contro le 36 se si usasse l'altro, una zona troppo vasta e mal gestibile. 

I primi dadi svalvolo erano delle trottole fatte con un quadrato di cartoncino rigido ed uno stuzzicadenti che le forava al centro.
Le trottole hanno resistito quasi fino alla fine poi da qualche anno sono passato ai dadi.
Il problema dei dadi è che i d4 non rotolano e quindi non mi piacciono, idem per i d8 quindi la soluzione è stata quella di usare i d12 con i quattro numeri ripetuti tre volte.

Visto che questo tipo di dadi non esistono sul mercato me li sono dovuti far personalizzare e quindi a questo punto ho scelto di dargli i tre colori delle direzioni e le tre dimensioni per i gradi di forza.